Struttura Settore       Competenze
Home Page

Strumenti della pianificazione urbanistica

PUA Iniziativa Pubblica

PUA Iniziativa Privata

Accordi di Programma

ERP - Edilizia residenziale convenzionata

Delibere Assessorato Urbanistica

Legislazione di riferimento

Trasparenza

F.A.Q.



» Home Page   » PUA Iniziativa Pubblica » PUA Pasubio

PUA Pasubio  

Il progetto di riqualificazione urbana, dell’area a Nord e a Sud della stazione ferroviaria insieme a quello dell’area ex Manzini tra via Pasubio e via Palermo, corrispondono concettualmente ad uno stesso obiettivo globale: riqualificare zone realmente centrali per la loro posizione cartografica rispetto al centro storico di Parma, ma in una condizione di disorganizzazione urbana e di qualità suburbana.

Il tracciato della ferrovia nel senso E-O si è trasformato in una barriera di separazione fra i settori della città situati a Nord e a Sud della stessa. Questa separazione viene accentuata perché la parte Nord della città è ad un livello dell’ordine di circa 5 m. più bassa del livello della ferrovia. Nella parte Sud della stazione, in corrispondenza di viale Bottego, la città si trova a un livello più basso rispetto alla ferrovia, però non si produce nessuna frattura con il livello della stazione e della ferrovia perché tutta la città dal centro, scende con una pendenza regolare fino ad arrivare allo stesso livello della ferrovia, nella parte finale del Piazzale dalla Chiesa. Questa barriera fisica, somma della ferrovia e del dislivello a Nord, è uno degli obiettivi da limitare o eliminare il più possibile nel progetto di riqualificazione urbana.

I progetti urbani di queste aree si devono focalizzare in uno stesso obiettivo di riqualificazione, applicando temi diversi. Nell’area della stazione si deve risolvere la connessione fisica, visuale e psicologica dei due settori della città a diversi livelli, sfruttando la ristrutturazione della stazione. Nell’altra area si deve ricomporre un quartiere intero dotandolo di un ordine urbano e servizi adeguati. Nell’insieme delle aree si deve risolvere il problema della viabilità generale che faccia comunicare entrambi settori tra di loro e con il centro della città.

Il punto basilare di questa area sarà un grande parco centrale di circa 0.2 Ha, delimitato da vari edifici che, preferibilmente, dovranno essere adibiti a residenza. Questo parco dovrà essere il cuore verde non solo di questo settore, ma anche dei quartieri adiacenti che necessitano di spazi pubblici e di rappresentazioni urbane.

Nel senso longitudinale si traccia una strada con una successione di curve che permetterà una magnifica visione pittoresca del paesaggio. Lambendo la strada, una grande passeggiata alberata dirigerà gli utilizzi pedonali di tutto l’insieme.

Insieme a questo scenario unitario, si pianificano due piccole piazze contornate da edifici, nei settori che non sono direttamente legati al parco.

Tutti gli edifici di nuova costruzione saranno dotati di parcheggi interrati e, in superficie, si disporrà di spazi per la sosta limitata con dimensioni che non interferiranno con l’uso prioritario dei parcheggi sotterranei.

Questo sistema sarà formato da strade E-O: da via Brennero e via Bottego. La prima è praticamente nuova, approfittando spazi attualmente non occupati, stabilendo una comoda e amplia unione tra via Europa e via Trento. La seconda è una modifica dell’attuale tracciato per ordinare correttamente lo spazio e facilitare le svolte.

Queste due strade si relazionano attraverso la grande piazza centrale che passa al di sotto della via ferrata e per la nuova via Trento arboreamente riconfigurata. Nel settore di via Pasubio l’asse circolatorio è la strada che attraversa il parco visto che unisce via Palermo con via Pasubio.

Partendo dal sistema di base si tracciano o si mantengono diverse linee in direzione E-O che permetteranno una omogenea penetrazione. Le restanti sono strade fondamentalmente pedonali con uso secondario e temporaneo per automobili e servizi.

Questo progetto non approfondisce la localizzazione dei possibili tracciati ciclabili, visto che capiamo che devono far parte di concetti generali di tracciato. Nonostante il progetto prevede grandi sezioni di marciapiedi che permetteranno ubicarle secondo i criteri generali da concretare.

Il presente progetto urbano deve essere sviluppato globalmente e per parti come progetto definitivo e costruttivo. Nel realizzare queste tappe converrà comprovare alcuni dettagli e adeguare alcuni elementi alla realtà delle proprietà private e a possibili investimenti. In ogni modo si dovranno attendere i criteri programmatici definitivi delle FF.SS.

Bisogna tenere conto che quando incominci questa riqualificazione urbana in tutto l’intorno aumenteranno le aspettative e, pertanto, i proprietari di edifici di bassa qualità e scarsa occupazione solleciteranno numerose attuazioni e modifiche. Pertanto è urgente che il comune pianifichi un regolamento di attività e interventi in tutta la zona, affinché si migliorino gli spazi e si possano tracciare le strade con maggior ampiezza.


ALLEGATI
PDF   DELIBERA DI APPROVAZIONE   [730 KB]
PDF   RELAZIONE TECNICA   [184 KB]
PDF   SCHEDA DATI   [257 KB]
PDF   NORME URBANISTICHE ED EDILIZIE   [884 KB]
PDF   RELAZIONE DI VARIANTE PUA   [283 KB]
JPG   PLANIMETRIA GENERALE   [5,19 MB]
JPG   PARCHEGGI   [3,91 MB]
JPG   ASSONOMETRIA   [83 KB]
JPG   PROSPETTIVA 1   [382 KB]
JPG   PROSPETTIVA 2   [786 KB]
JPG   PROSPETTIVA 3   [613 KB]
DOC   delibera di approvazione - Progetto definitivo   [443 KB]
PDF   progetto definitivo PLANIMETRIA GENERALE   [8,05 MB]
PDF   progetto definitivo PLANIMETRIA PIANO TERRA   [6,53 MB]
PDF   progetto definitivo STATO DI FATTO   [6,06 MB]
PDF   progetto definitivo STRALCIO ZONA NORD   [6,12 MB]
PDF   progetto definitivo STRALCIO ZONA SUD   [10,78 MB]